Tu ci metti le ali, Red Bull il paracadute.

Il salto di Felix Baumgartner è stato visto da milioni di persone live in tutto il mondo e immediatamente dopo è stato salutato come una straordinaria operazione di marketing, di visibilità e di grande successo. 8 milioni di spettatori non paganti, e milioni di post come questo, con un investimento tutto sommato ridotto. Se siamo persone che amano le idee, dobbiamo però anche chiederci: che tipo di abilità serve per avere un’idea come questa? La risposta non è semplice. Di geniale in senso stretto, in questa idea, c’è ben poco. Piazzo un logo sull’impresa più estrema di tutte le imprese estreme, io che sono un brand che ama gli sport estremi. Non mi sembra un grande salto creativo. Più un’idea da uomini di marketing, molto sicuri di quello che fanno. Qui la cosa che stupisce, sbalordisce e piace è che l’idea sia così funzionante in modo universale. Veicolata poi in modo perfetto. Quindi la grande idea è semplicemente che l’idea funziona.  Quindi geniale in quanto perfetta. Un’idea da moderni direttori marketing, appunto. Un’idea, quindi, figlia perfetta della nuova idea di idea. Le idee di oggi sono queste, sembra dire Baumgartner mentre si lancia nel vuoto. Ma si lancia in realtà nel web, ripreso da decine di telecamere funzionanti. E non a caso la qualità maggiore che è stata messa in gioco è il coraggio. Non solo dall’uomo-proiettile austriaco, ma anche dal brand stesso. Diciamo infatti che se fosse deceduto durante o prima del volo, per Red Bull non sarebbe stato bellissimo. Sarebbe stato imbarazzante spiegare che le ali di cui parlano sempre sono quelle di un angelo. Ma stavolta, rispetto alle tante altre volte, il coraggio di applicare l’idea e l’idea stessa erano nelle medesime mani. Chi ha avuto l’idea (Red Bull) era lo stesso che poteva decidere di farla succedere. Ed ecco perché è successa. Ben altro tipo di coraggio, come giustamente è stato scritto qui, dal quello di “not testing the copy on that new ad, or using a new media channel despite the lack of rock solid metrica”. E ben altro tipo di idea rispetto a quelle che decenni fa hanno fatto venire a un’intera generazione di pubblicitari la voglia di fare questo Disbanded mestiere. Oggi potresti crescere con il desiderio di fare il marketing manager per un’azienda coraggiosa, cosa che per un creativo – anni fa – era davvero un salto troppo grosso.

Elvis has left the building.

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s