2012, l’anno delle emozioni semplici.

Dopo le mamme Olimpiche di P&G anche Vokswagen prova a tirarci fuori una lacrima (mentre con l’altra mano ci sfila il portafoglio, chiaro) con uno spot. Con me funziona meglio questo di quello della Procter, ma forse dipende solo dal mio status familiae.  Ma la cosa che qui mi preme segnalarvi è la musica: P&G sceglie Ludovico Einaudi, che funziona alla grande. VW utilizza un pezzo che sembra provenire da chissà quale gruppo Lo-Fi di quelli bravi, mentre invece è composto ad hoc da giovani professionisti che fanno questo di lavoro, e si chiamano Sniffy Dog. Sarà la crisi globale a farci stringere tutti insieme nel largo divano delle emozioni, e a far scegliere un pezzo di sconosciuti musicisti? Vorrei sentire cosa ne pensa Elvis, dall’amaca del suo atollo. Ma nel frattempo non posso non ricordare che una roba simile ci aveva già fatto piangere negli anni ’90; e scusate se Cat Stevens ricaccia con una schicchera la Polo, la Procter e tutti i loro musicisti tra le cose belle, ma dimenticabili.

 Elvis has left the building.

Advertisements

9 comments

  1. Il fatto è che, come diceva Bill, le emozioni vere e autentiche non tramontano perché appartengono all'uomo che non cambia. A me personalmente piace di più P&G, forse sarà la mano del regista. D'accordissimo su Cat Stevens, che se li mangia tutti in un sol boccone.
    Ciao Francesco.

  2. Musicalmente, il tuo commento non fa una piega, Cat Stevens è irraggiungibile. Alla 'captatio benevolentiae' sono refrattario per natura ma non gli darei un'esclusiva per il 2012, è un topos che è sempre andato alla grande nell'advertising, soprattutto negli USA, e spesso importato nel belpaese con risultati nella maggior parte dei casi modesti.

  3. Ludovico Einaudi ha sonorizzato anche uno spot NBA per la Goodby con the Fly ( da Divenire ).La sua collaborazione con la pubblicità data a Poste Italiane
    ( Cannes 2000 ) giù giù fino a un jingle per Cicciobello Rock ( l'antenato infant di Guitar hero )e non è uno scherzo Ted, chiedilo a Silvano Cattaneo.
    C'è molto Einaudi in molto cinema italiano e non: “This is England” e ” Intouchables” ( quasi amici ).
    In Cina sembra poi che, parole del suo agente, sia l'artista più duplicato illegalmente

  4. Vinco Volks a mani basse…anche perchè sono meno furbacchioni di P&G: in quello della “mamma”, la “mamma” è il prodotto. Qui il prodotto è , molto più verosimilmente, sempre la macchina. E ci sta.

  5. Molto interessante, grazie.
    In effetti siamo quasi ai livelli-Cover.

    In ogni caso è bello anche il rifacimento (migliore forse del pezzo dei Beach House).

    Ciao

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s