Tom Selleck, cascate e sandwich.

E’ senz’altro il sito più Disbanded che abbia mai visto. Pagine e pagine dedicate al trittico Tom Selleck/Cascate/Sandwich. Ne ignoro la ragione d’essere, né vorrei mai conoscerla.
(Thanks Stanich)

Evis has left the building.

Advertisements

13 comments

  1. beh scusa allora io segnalo i deliri egocentrici di quello che prima di impazzire era un bravo fotografo: Toledano,
    che ora ha pubblicato una serie di deliranti dipinti ad olio dove al posto di kim jong c'e' lui.

    http://kimjongphil.com

  2. Perche' secondo me Guastini non e' adatto alla presidenza adci e perche' votero' no.

    1. Non e' un manager con esperienza. Si, lavora in pubblicita' da molti anni, ma non ha mai lavorato in multinazionali ne' su clienti internazionali.

    2. La sua presidenza trascinerebbe l'adci verso il basso, trasformandolo in un mix tra gli NC Awards e Comunicazioneitaliana.it

    3. Non ha appeal, non e' conosciuto all'estero e scusate ma in un club che si interfaccia sempre piu' globalmente serve. Sapra' almeno l'inglese?

    4. Managerialmente non e' un uomo di successo. Non ci sono case history importanti o riuscite nella sua carriera, solo un medio profilo di agenzie locali su piccoli clienti. Sulla sua esperienza in Dorland pesa come un macigno il fallimento della stessa.

    5. La sua agenzia attuale e' lo specchio di quello che e' professionalemente. Inadatto. Intendiamoci, per carita', ha la sua agenzia i suoi clienti ma basta scorrere il sito per valutare la sua totale assenza di gusto estetico, financo la bassa qualita' creativa dei suoi messaggi, nonche' la mediocrita' delle campagne.

    6. La sua presidenza provocherebbe una grande frattura interna al club, definitiva e irrimediabile. E' probabile che il club finisca la sua vita durante i tre anni di Guastini.

    7. Con quale autorita' manageriale (o dovremmo dire supponenza) si permette di cambiare le cose, dialogare con i clienti, le istituzioni? Puo' farlo un nome altisonante, come Milka Pogliani per esempio. Non certo uno sconosciuto.

    8. Il suo coraggio, o meglio la sua furbizia, lo hanno indotto ad approfittare di questo particolare periodo storico del club, lasciato allo sbando dall'ultimo incapace presidente, per tentare il tutto per tutto, per provare a risollevare la sua carriera – vicina al termine per anzianita' – avendo fiutato nell'aria la non disponibilita' di altri candidati.

    9. E' simpatico, si, ha molti amici, questo si. E' un chiacchierone, ma non sono motivi sufficienti per tenere le redini della creativita' italiana.

    10. La sua sembra in realta' e' una bagarre per crearsi notorieta' nell'ambiente, direi che questa almeno gli e' riuscita.

  3. Il commento qui sopra è off topic, ma l'ho pubblicato qualora qualcuno avesse voglia di esprimere commenti opposti, o di qualsiasi genere.
    Per quanto riguarda la mia opinione, Gustini potrebbe avere l'energia adeguata per crederci e riuscirci. Il che – per compito improbo come questo – è già moltissimo.
    Non ho idea di che fine farà l'ADCI, spero solo che il nuovo consiglio lo porti “live” online, come già scritto tante volte.
    Per rendere questo commento perfettamente in tema con il post, aggiungo che Tom Selleck sarebbe un ottimo probo viro.

  4. Caro Anonimo, visto che Ted ha lasciato socchiusa questa porta, vorrei fare un “commento opposto” abbastanza sintetico.

    Ti ricordo che quello che tu chiami “l'ultimo incapace presidente” 1) ha lavorato in multinazionali e su clienti internazionali; 2) sa l'inglese; 3) è un uomo considerato maganerialmente di successo, e sicuramente ha un palmares notevole. Eppure, non è stato secondo molti un buon presidente. Dico questo senza nessuna acrimonia, ho sempre avuto con Marco un rapporto di grande onestà e correttezza reciproca.

    C'è un equivoco di fondo: che i soci siano chiamati sabato a votare il creativo più fico. Se così fosse non servirebbero le elezioni, basterebbe contare i premi vinti (poi magari vincerebbe Lele Panzeri, ma questo è un altro conto).

    Credo invece che i soci debbano votare qualcuno che abbia capacità di visione, passione ed energie da dedicare a un club che sta rischiando la sua sopravvivenza. E queste doti Massimo Guastini ce le ha, insieme a una rara onestà intellettuale. Penso di conoscerlo abbastanza bene da poterlo scrivere.

    Concludo con una nota amara: Tom Selleck è stato contattato per fare il probo viro, ma dopo aver letto qualche messaggio sulla maling list ha declinato.

  5. Ciao a tutti,
    non so come vi permettiate di accostare il mio nome a Guastini o a questa ADCI che non conosco, ma immagino sia una di quelle cose che fate voi in Italia per sentirvi belli e premiati. In ogni caso, qualunque cosa sia, credo che non ci sia nome migliore di Robin Masters per la presidenza di qualsiasi cosa nel mondo. Compresa la presidenza del Consiglio. Sempre vostro Tom Selleck.

  6. io credo che ci sia una sola persona che con la sua energia, autorevolezza e capacità, possa veramente risollevare il prestigio dell'ADCI.
    ma purtroppo è troppo preso da cose più serie, tipo questo blog.

    la mia non è una provocazione, solo l'ennesimo tentativo di farti cambiare idea.

    cosa (ne sono sicuro) condivisa da tante persone. quanto meno tutti i partecipanti a questo blog.

    amministratore a parte, s'intende.

  7. Secondo me bisognerebbe “tirare le orecchie” a:

    – Pietro Maestri
    – Vicky Gitto
    – Pino Rozzi
    – Ted&Luca

    perche', a differenza dei loro predecessori, nel momento di bisogno dell'Adci si sono tirati indietro adducendo “futili” scuse…

    😉

    se lo avessero fatto anche pirella, pogliani, sala e molti altri l'adci non esisterebbe neanche

  8. La tirata di orecchie me la prendo volentieri, figurati.
    Manca Barbella alla lista, o lui non ha orecchie?

    In ogni caso continuo a pensare che, da Roma e con tanto lavoro da fare nella mia agenzia, non avrei avuto il tempo e le energie che servono a una causa come questa.

    E poi, a parte ciò, non credo che sarei stato la persona giusta.

    Però grazie lo stesso per la fiducia.

  9. L'anonimo del 6° commento è davvero un poveraccio.

    Impara a mettere il nome e la faccia quando fai affermazioni lesive della dignità di un'altra persona, altrimenti rimarrai sempre ciò che sei: un pidocchio.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s