Disbanded test of the week #8.

Riprende l’appuntamento con i Disbanded Test rivolti al piccolo mondo della pubblicità italiana. Oggi ci chiediamo questo: è vero che destra e sinistra non esistono quasi più (almeno come argomento di discussione), ma se la vostra agenzia fosse come dice Bossi una Gabina elettorale, quali ideali sarebbero più rappresentati? (non parliamo solo dei vertici, ma di tutta la struttura: da quello che conta di più (il copy junior) a quello che non conta un gazz (l’AD). R.S.V.P.

Secondo la tua personale esperienza, ci somo più pubblicitari di sinistra o di destra?
( polls)

Elvis has left the building

Advertisements

21 comments

  1. come in tutti i campi dell’agire umano, non esiste destra né sinistra, esiste solo l’individuo che sa o vuole ascoltare il prossimo e quello che non sa e non vuole farlo: colui che pensa che finché tiene gli occhi chiusi nulla di ciò che ha intorno lo riguarderà e potrà fare indisturbato il suo cammino.Piuttosto tragicomica la seconda opzione per chi pretende di capire la gggente e comunicare qualcosa 🙂

  2. Io aggiungerei: di finta sinistra. Che è sostanzialmente diversa dall’opzione “di sinistra ma nell’animo fascisti” perché mi sembra eccessivo. Altrimenti come si farebbe a vendere fumo senza essere sommersi dai rimorsi?

  3. I creativi di base sono quasi tutti di sinistra. ma spesso basta un complimento dell’amministratore delegato, una mezza responsabilità o l’aggiunta di una formula inglese non molto chiara sul biglietto da visita e in una frazione di secondo si buttano a destra.Senza nemmeno mettere la freccia.mike

  4. sì, probabilmente é vero, ma solo nel pensiero.Nel pratico tendono tutti allo Stalinismo, leggi fascismo se si vuol seguire il test. Purtroppo vivendo in strutture rigide, formate da reparti, si tende a creare, e perseguire ciecamente, il mito del gruppo (anzi della sigla) sfiorando eccessi che a volte sfiorano pericolosamente culti sincretici. Si è inquadrati e si ha un capo, che a sua volta un capo, che a sua volta un capo: il cliente.bel test Ted!_f

  5. mito del gruppo,culti sincretici? fabio, altro che bel test. Ma in che cavolodimondoviviamoecomediavolofaccioaessereancoraottimista. Mah.

  6. David,Forza Italia ci sarebbe lo stesso. Se fondassimo la casa della creatività ci sarebbero remate contro da parte dei reparti ombra (accounting) coalizzati con il PDC (partito del cliente).Cambiamo la legge elettorale! 🙂Mr. Becks

  7. Direi, secondo una nota formula, che esistono disparate personalità pubblicitarie col cuore a sinistra e il portafoglio a destra.Purtroppo, di Adriano Olivetti non ne abbiamo mai avuto.

  8. I creativi italiani sono talmente di sinistra che arrivano a destra.Con la miseria che pagano per mantenere gli stipendi delle alte cariche, o vivi di stenti (vita sinistra), o ti atteggi a creativo bohemien tanto c’e’ papà che copre a fine mese (sinistra da aperitivo). Oppure te ne sbatti di destre e sinistre e te ne vai a fare questo mestiere dove non devi ne’ atteggiarti ne’ scendere a compromessi. Voglio fondare il “Partito del partito”.

  9. a me non frega una mazza di colore e’ il mio copy o il mio art o il DC o il PC o il PDL, basta che sappiano regalarmi delle coloratissime giornate

  10. Un bel fascista che si atteggia a compagno snob ce l’avevamo in tbwa.Cacciato a calci in culo e sacchi di euro, ora se la ride su qualche barca a vela pensando ai coglioni maltrattati che gli hanno fatto guadagnare bei soldoni.Per ogni aguzzino fancazzista e miliardario, ci sono almeno 250 pirloni che gli pompano il conto in banca.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s