Parlare al cuore. Parlare alla ragione. Non parlare per niente tanto fino a settembre i blog sono deserti.

E’ difficile spiegare perché questa campagna degli anni ’20 non avrebbe avuto lo stesso straordinario successo con un differente – e più rassicurante – incipit. E’ difficile spiegare – razionalmente – il perché del successo dl Gorilla di Cadbury, o il trionfale tormentone della vecchia campagna Wassup. E’ difficile spiegare (specie a un cliente) perché a volte è meglio abbandonare la rassicurante autostrada della logica, per imboccare un tortuoso sentierino che ti toglie qualche certezza ma magari ti apre un panorama non segnalato dal navigatore. Come faccio a dimostrare al mio cliente che parlare al cuore è più importante che parlare alla ragione? C’è un modo scientifico per farlo? Paul Feldwick ci prova. Lo fa in questa presentazione che forse sarà un po’ lunga, ma vi assicuro, potrà aiutarvi a scardinare le porte interiori sempre chiuse del vostro cliente spreferito. E’tutto un bel discorso che alla fine, gira gira, chiude qui: “logic and over-analysis can immobilise and sterilize and idea. It’s like love. The more you analyse it, the more it disappears”. Il solito Bill Bernbach. (via Scamp)

Elvis has left the logic.

Advertisements

9 comments

  1. Non penso che la ragione escluda il cuore, e viceversa. Una campagna è bella, a mio parere, proprio quando segue una logica e al contempo riesce ad essere altamente emozionale.Spesso ci si riesce quando si trova una situazione che il 90% del target ha vissuto ma a cui non non ha mai dato importanza.I tramezzini triangolari sono più saporiti di quelli quadrati.Logico? No-sense? Stupido?Quando ho letto questa frase ho sorriso. Mi sono solo ricordato di averlo provato. Voi avete mai provato questa sensazione? Così, per sapere.

  2. “Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non può comprendere.”Mr. Becks o Pascal (Fate voi, non mi offendo 🙂

  3. Il motivo per cui il tramezzino triangolare è più saporito è che se date un morso a un tramezzino quadrato la prima sensazione gustativa ce l’avete all’appoggiare di TUTTA la superficie delle labbra con la spugnosa e insipida base di pane: poca libidine. Se addentate il tramezzino, non affrontate un lato lungo, ma un più limitato angolo. Il contatto del pane sulle labbra e sul palato sarà molto meno lungo, e arriverete più velocemente a masticare e a gustare l’essenza del manufatto, il ben calibrato mix di pane e ripieno: libidine.Insomma, arrivare velocemente al cuore delle cose, senza passare per introduzioni razionalizzazioni o sovrastrutture preparatorie, questo è il segreto.

  4. che cos’è? Una nuova rubrica per dispensare segrete ricette d’amore da usare come elisir di fine estate? Cool! certi argomenti funzionano sempre, isn’t it? Personalmente, “the more you talk about it, the more it desappears”; o meglio, solo quel fiume saggio della Natalia Aspesi riesce a scorrere piacevolmente sotto questo ponte coperto dell’anima così disbanded. ma si sa, non amo le rubriche. Buona bloggata Fuggo nel deserto, prima che sia troppo tardi.L

  5. @13.14,vista l’ora, qualcosa mi dice che la fuga nel deserto terminera di fronte a un lago di sugo, situato nel cuor della sostanza. Io lo incontrai circa 10 minuti fa, senza volerlo, venni risucchiato dalle sabbie mobili. Le aliani erano più forti di me.Tentai di dileguarmi, ma fu troppo tardi. Un consiglio? Cedi subito a tali tentazioni,e non spaventarti: It’s like disbanded eat.Mr. Becks————Sorry, I’m so bored today..

  6. Mi sa che abbiamo un cliente in comune. Il mio vuole parlare alla ragione con numeri, dati e misure. Anche se ultimamente non si vedono più i grandi risultati.Negli ultimi 7 anni passati con lui le vendite gli davano ragione, oggi c’è la crisi e non sa (o non sappiamo convincerlo) che la pappardella deve cambiare.Vero, lui deve prendere una nuova strada, ma noi dobbiamo fargli da navigatore.Chicco@aubergineIo ho sempre immaginato che un ex procteriano trasformatosi in barista, partendo da un toast, abbia pensato di farne due. Due pezzi, doppio incasso.Il resto è stato un caso. Una classica botta di culo.

  7. Okay. Metà è fatta: come spiegarlo al cliente l’ho capito. Ma farlo capire al mio DC è tutta un’altra storia. Lo porto a parlare con te Ted? Propongo l’incontro genitori alunni come a scuola. Fammi sapere, così ci organizziamo per giorno e ora, cmq per me andrebbe bene il mercoledì, primo pomeriggio.Attendo nel mentre che saluto.Il solito grande Fan.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s