"You are not Reagan, I’m not Gorbachev. (I’m Disbanded)"

Prima o poi bisognava inserire Serge Gainsbourg nella galleria dei Disbanded di ogni tempo. Ho anche a disposizione il video in cui brucia in diretta una banconota da 500 franchi, ma questo (trovato qui) mi sembrava ancora più gradevole. In evidente stato di ubriachezza, eccolo molestare una giovanissima Whitney Houston, a sua volta diventata Disbanded molti anni dopo. Senza mezzi termini (ma con mezze parole, a causa dell’alcol) il padre fondatore di Charlotte dichiara: “You are not Reagan, I’m not Gorbachev, I said I wanna fuck her”. Il conduttore prova a mettere una pezza, ma ormai è tardi: la bottiglia è già mezza vuota. In ogni caso, Charlotte non venne concepita quella sera. E se volete un grande scoop musicale, vi rivelo che 5:55 di Charlotte Gainsbourg è copiata da questo tema di Super Mario. Senza dubbio la cosa più Disbanded di tutto il post.

Elvis has left the building

Advertisements

16 comments

  1. E Jane Birkin?Grande prova di disbandedness la sua storia con Serge Gainsbourg.Se Serge ne è il padre fondatore, è lei la casa madre di Charlotte!Marla Singer

  2. Ah, e la frase “Tu non sei Reagan, Io non sono Gorbachov…”?!Splendida perifrasi concettuale per mettere al bando la diplomazia!Gainsbourg for president!Marla Singer

  3. Associare SuperMario a Charlotte. ce n’est pas possible! Non so se Charlotte ami i giocattoli e i viedogiochi come il blogger disbanded. Supermario est seulement une pièce, un endroit où la vie se pose, c’est frivole!. Forse la pensa proprio così. L

  4. ah dimenticavo.Marla Singer, quella perifrasi in realtà è quanto di più trash possa esistere. Mette al bando la pura logica disbanded, in favore di finta disbandness, ed il tutto è davvero poco esilarante. A’ mon avis. L

  5. L: tu aimerais danser la décàdance avec moi, mais tu n’est que pure décàdence, et tu ne le peut pas.Gainsbarre.

  6. Gainsbarre, ma ci conosciamo? non amo il decadentismo. Anche se devo ammettere che ultimamente un pò di tristesse ha scombussolato mon esprit. L

  7. Nonostante il penoso tentativo di bissare lo scandalo della madre con la canzone LEMON INCEST duettata con il padre, Charlotte è una presenza di classe nel film su Bob Dylan.Le molestie di Serge in diretta invece mi fanno un pò tristezza, è un pò lumacone.

  8. decisamente lumacone e ‘mbriaco, quindi ancora più patetico, perché non si espone con vero coraggio. curioso, però vedere una donna nera arrossire.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s