Quando Anita Ekberg incontra Lo Squalo.

Quando un evento di “guerrilla” risuscirà a produrre in Italia lo stesso effetto della Fontana di Trevi colorata di rosso, mi toglierò il mio cappellino militare. Ma nel marketing di casa nostra siamo molto lontani da un risultato del genere, per cui me lo tengo in testa. E siccome “marketing” è già la seconda parola brutta in due righe, cercherò di scriverne almeno una bella: Disbanded. Come chi non si è reso conto che la protesta avrebbe finito per fare un favore alla festa del cinema di Roma: è stato un gesto glamour, che ha acceso riflettori addirittura internazionali sulla ancora giovane Festa veltroniana. E questa operazione è esattamente il tipo di evento “guerrilla” che sarebbe stato il caso di confezionare per il Festival ma che, se ideato ad hoc, non sarebbe riuscito nel suo intento proprio perché svilito e smascherato dal suo intento commerciale. Invece qui funziona perché è un gesto autonomo, spontaneo, non sponsorizzato e non annacquato da nessun brand. Disbanded è poi chi si è scandalizzato e si è allarmato per così poco. E infine Disbanded è chi ha chiamato “vandalo” l’autore di un’opera d’arte nell’opera d’arte, perché non c’è nessuno di noi che non abbia detto o pensato, vedendo la fontana rossa: “bella!”, e perché i gesti vandalici sono un’altra cosa. Bisognerebbe spiegarlo a quelli del Tg5 (Disbanded anche loro) che in un servzio di ieri hanno accostato questo episodio a mutilazioni di statue varie nelle diverse epoche. Comunque io una pinna di squalo, nella fontana, ce l’avrei buttata.

Elvis has left the fountain.

Advertisements

39 comments

  1. un pò splatter come immagine… un omaggio a dario argento? Bah… comunque sicuramente il gesto disbanded avrà attratto una miriade di cinesini a fotografare o a pescare pinne di squalo?per poi preparare una bella zuppa? kissà…Anita in mezzo a tante fragole e inondata di champagne! C’è dolce vita nella capitale adesso….

  2. bè, allora forse un omaggio alla pop art? Ma ne dubito… sicuramente bello l’effetto di quel mare fragoloso… ma non definirei quel gesto opera d’arte…. manca il significato che va oltre l’oggetto, oltre il semplice gesto di usare un pennarello…

  3. Chissà che invece non fosse legata alla mostra pop di sabato (si vede che non leggete il mio blog). Beh comunque, ad ogni modo, per me arte è tutto ciò che rompe l’ordine. Ma che ne sanno i giornalisti che sono rimasti ancora alla strage di Erba?

  4. A me risulta sia un gesto politico contro il Festival del Cinema ad opera del collettivo “Filippo Tommaso Marinettti” legato agli ambienti dell’estrema destra romana. Non ho la minima simpatia per loro, ma trovo che l’opera in se’ sia bella e senza dubbio d’effetto. Spero che non li condannino davvero per vandalismo, perché di vandalismo no si tratta, visto che il marmo della fontana bianco è bianco resta.Se si fosse davvero trattato di guerrilla per una mostra d’arte o semplice situazionismo dada, ci sarebbe davvero da togliersi il cappello…pezzealcool

  5. pensa ted che per un momento mi sono illusa che l’avessimo fatta noi! sarei stata molto fiera, invece niente. peccato non averci pensato.r.

  6. ….o forse più che opera d’arte nell’opera d’arte, potrebbe essere un film nel film…. Anita nel Posto delle Fragole…incontra lo Squalo…. altro che atto contro il festival del Cinema, here we are: questo è un omaggio al Cinema! …L

  7. Bel post, Teddy.Questo blog, per me, ha il non piccolo pregio di farmi sentire meno cretino.Infatti, mentre leggevo i commenti sul fatto della stampa colta, “moderna” e progressista, provavo una sensazione di costernazione e di distanza.Ma come si fa a paragonare gli autori di questa azione a Lazlo Toth (lo ricordate)?A meno che non dimostrino che hanno irrimediabilmente tinto di rosso quei marmi secolari, per me questi fanno guerrillacom e non vandalismo.A me sembrano somigliare più a quelli che buttarono le finte teste di Modigliani nei canali di Livorno, che a quelli che si divertono a decapitare i busti del Gianicolo.

  8. Grazie Mauro.Ti ricordo tra l’altro che l’episodio di Lazlo Toth avvenne in presenza di un testimone di eccezione: Fabio “Ciccio” Ferri (chi altri…?).In verità avrei anche voluto aprire un punto di discussione sugli eventi di “guerrilla”, parola adorata dalle agenzie e ultimamente anche dai clienti, e per me certamente divertente, ma assai sopravvalutata e con non pochi punti deboli specie nel paese nostro.

  9. Eh si, come guerrilla non sarebbe stata affatto male. Un po’ come dare fuoco alla statua di Giordano Bruno per rilanciare la vendita delle bibbie porta a porta.

  10. A me è sparita l’ansia,vedendolo.E mi conforta per sempre, il fatto che la spontaneità di quel gesto viene prima, molto prima del genio nel fatto compiuto:depurativo.

  11. Mi spiazzi sempre Frà,è copiato, va bene, non va. E’ copiato.nessuna spontaneità, dunque.Nessun gesto Fontana(Lucio stavolta).

  12. Ma un’idea non si può declinare invece di pensare che sia copiata? Lì ci sono i getti, qui la calma totale. Quella è una fontanella, questa è fontana di Trevi. Insomma fra un op’ con queste idee di plagio, non si potrebbero usare più nemmeno le parole perché sono già state pronunciate da altri. Eannamo invece di essere critici!

  13. Ah. giusto. Declinare. Declinare. ahhmi sento meglio, grazie Niky.m’hai salvata da un ulteriore attacco di panico dopo aver visitato il lnk dell’htl the library. Osceno.

  14. calma totale non direi… semmai si sono soltanto accese le luci su quel posto delle fragole, quel luogo, per citare bergam, dove rimane intatto l’incanto della storia della città…L

  15. ah meno male sbnd, sono più tranquilla anche io. L’idea che stavi nel panico mi avrebbe fatto passare sicuramente una nottata tragica. Dai non ti buttare giù. Comunque a parte tutto. Io non sono una pubblicitaria, non lo faccio di mestiere e né ho sviluppato conoscenze critiche e tecniche in merito. Posso solo dire se una cosa mi colpisce o no e “purtroppo” potrebbe anche sorprendermi qualcosa che in una paese della Svezia è già uscita sette anni prima. Ma si sa che il mondo è fatto solo di intenditori.(scusate l’acidume, non ce n’è).

  16. Attenzioune popolazioune. Arriva dj pagliaccio ca spiegazioune. A parte prendere in giro l’ansia di noi pubblicitari sul ”gia’ fatto, gia’ detto, e’ copiato”, cercavo di confortare chi si rammaricava che non fosse stata un’azione di guerrilla pubblicitaria. Appunto perche’ questa e’ stata gia’ fatta e pure per un avvenimento legato ad un film. Di quel che ti pare, ma la mia reazione quando ho visto la cosa al tg e’ stata proprio: ”Caz come quella fontana per quel film”. Ma ora, poniamoci domande importanti: un disbanded declina? Uhm.

  17. Alt. Stop, belli.Io faccio strip-tease e non la pubblicitaria.l’ansia m’era venuta soltanto perché il cinismo uccide la fantasia. tutto qui. qui declino. il caso è chiuso.

  18. Acc lo sapevo che quel “declinare” mi si sarebbe rivoltato contro. Preso nei denti. Dicevo solo che il post parlava di altro e che con la smania di criticare (io la prima) eravamo andati un po’ lontano. Chiedo scusa a tutti/e e declinanti.

  19. Dico solo che ho appena appreso da Repubbica.it che Tutankhamon morì andando a caccia. Tutte le alttre notizie mi sembrano meno Disbanded adesso.S sbnd, come lo strip?

  20. Come ti capisco Ted.Quando ho visto il servizio al TG mi sono autoconvinto che fosse davvero GM ed aspettavo che si palesasse qualche azienda… non dico Campari ma almeno la Festa del Cinema e invece. Solo adesso mi è venuto in mente che qualche mese fa avevo ipotizzato un’azione di Guerrilla Marketing per un consorzio di cantine vinicole che prevedeva l’inserimento di vino rosso (o colorante) in una fontana (decisamente meno importante di quella in questione) in concomitanza con un evento a tema che si sarebbe svolto vicino alla fontana. Ovviamente non si è fatto.

  21. Alla fine tutti d’accordo si tratta di un gesto geniale. Lo dicono Sgarbi e D’Agostino, Toscani , Morricone, Gianni Vattimo, ecc. Che mi significa tanto consenso?vostro Giannino Stoppani

  22. BOBO SAYSgli atti vandalici sono altriad esempioaprire una serie infinita di orribili pub birrerie e pizzerie a taglio qui in centroaccanto a chiese e monumenti barocchi..oppurefare una bella “piazzola” umbertina di fronte all’oratorio del borromini..con tanto di lampioncini stile ‘800 parigino…risultato?? è diventata il punto di ritrovo degli skaters..GRANDI 🙂

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s