Disbanded book of the year (1731).

Se proprio dovessi consigliare una lettura Disbanded agli amici che ogni giorno sposano questa filosofia, segnalerei senza alcun dubbio il libro scritto da Antoine-Francois Prévost nel 1731. Così facendo opererei una scelta a sua volta Disbanded, di colui che invece di consigliare roba pulp o noir americana del nuovo millennio, va a pescare un libello di secoli fa. Il mio è quindi un Atteggiamento, però vi assicuro che c’è anche molta sincerità in questo consiglio. Definita in una prefazione italiana “un’opera Punk molti anni prima del Punk” (ma sospetto che chi ha scritto ciò non avesse chiara la definizione di Punk), Manon Lescaut è la storia modernissima di una coppia di amanti in fuga che lasciano una scia di sangue e malefatte dietro di loro. Questo accade perché lei è una creatura diabolica, bellissima, pericolosa: Donna con la D grande di Repubblica e Terribile con la T di Ted. La cosa prodigiosa è che, per temi toccati e stile usato, il libro sembra scritto ieri pomeriggio alle sei. E rido pensando al fatto che Prevost era un ex prete: a quel tempo se ne dovevano combinare parecchie. Del resto senza Internet e i telegiornali, potevi permetterti di fare il diavolo a quattro fino al giorno di incontrarlo davvero a casa sua, il diavolo. Ma non divaghiamo. L’opera venne condannata al rogo dal Parlamento di Parigi, e Prévost, tanto per cambiare, morì sommerso da debiti e topi.
Sullo stesso filone di Manon Lescaut, secoli dopo, sono arrivate la sceneggiatura di Tarantino per Natural Born Killers (voto medio IMDB: 6,8), e il meraviglioso Badlands – “La rabbia giovane”: il titolista italiano dopo questa prova fu arrestato – di Terrence Malick (voto medio: 8.), oltre a migliaia di libri, film, dischi e opere varie sulla stessa falsariga.
Insomma, in tutta questa storia i Disbanded sono 4: io che la consiglio, Prevòst che l’ha scritta, Manon Lescaut che l’ha
vissuta ed Elvis, who has left the building.

Advertisements

7 comments

  1. Il ibro fila via leggero, lo consiglio.Il film è un capolavoro, e se per caso hai il DVD ti suggerisco di vedere i contenuti speciali – dopo aver visto il film. Si capisce la grandezza di Malick.

  2. As Good as It Gets. Lo segnalo non tanto perché in italiano è diventato “Qualcosa è cambiato”, in peggio direi, ma perché il personaggio interpretato da Nicholson è bello disbanded.

  3. In Little MIss Sunshine e’ una bella lotta a chi e’ piu’ DSBND. Sono tutti cosi DSBND, che il film forse non puo’ essere considerato DSBND. E’ troppo.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s